Home Page
Il Regolamento
Lun 21 - Mar 22 -mer 23
Gio 24 - Ven 25 - Sab 26





La Classifica

1
Piccola Orchestra Avion Travel
Sentimento


2
Irene Grandi
La tua ragazza sempre


3
Gianni Morandi
Innamorato


4
Max Gazzè
Il timido ubriaco


5
Samuele Bersani
Replay


6
Gerardina Trovato
Gechi e Vampiri


7
Carmen Consoli
In bianco e nero


8
Matia Bazar
Brivido Caldo


9
Alice
Il Giorno dell'indipendenza


10
Gigi D'Alessio
Non dirgli mai


11
Subsonica
Tutti i miei sbagli


12
Spagna
Con il tuo nome (*)


13
Mietta
Fare l'amore


14
Amedeo Minghi e
Mariella Nava
Futuro Come te


15
Marco Masini
Raccontami di te


16
Umberto Tozzi
Un'altra vita

(*)=in preparazione





FestivaldiSanremo.com - Sanremo 2000
Ascolta Online
Fuori Target

Testo della canzone
Scrivici

Marco
Masini
15° classificato
Sezione Campioni

Raccontami di te
(Masini-Dati)
Masini delicato, malinconico, quasi condivisibile. Peccato sia il seguito di "ti innamorerai", tanto è vero che la musica è la stessa.
Ormai non poteva che migliorare...

Masini si ostina a farci creder come le sue canzoni siano scritte per raccontare la vita degli amici del quartiere. Lo si poteva credere quando raccontava di essere disperato perchè mancava la robba e vinceva Sanremo nelle allora nuove proposte con una canzone sulla droga riuscendo a non fare parrlare nessuno di eroina (Disperato, 1990).

Oppure quando si piazzò terzo chiedendo alla fanciulla Perchè lo fai?. Che era anche una canzone con un suo perchè, c'era dietro Manzani che sognava di essere Brian May e di fare cantare Freddy Mercury e poi e' diventato il leader degli O.R.O.

Con Perchè lo fai si capì che Masini faceva finta. Era il febbraio 1991 e c'era la guerra del golfo. Bombardavano Baghdad e Masini cantò incurante Io non ti lascio in questo nostro Viet Nam. E perchè non sull' Ortigara ta pum ta pum ta pum?

Finta per finta, Masini non tornò più al festival e si mise a dire parolacce e a urlare volgarità. Da T'innamorerai a Bella Stronza, veri e propri capolavori di incoerenza, contraddizioni, rancore, misoginia e volgarità.

Nel repertorio di masino trovavano spazio anche storie d'amore a lieto fine, come la morale da fotoromanzo d'appendice di una Cenerentola innamorata (Trama: lei resta incinta e vuole abortire, lui le è amico ma alla fine lei si mette con lui e tengono il bambino in nome dell'amore).

Oppure il dadaismo Bigazziano delle origini (Ti vorrei, ti vorrei, ti vorrei anche se fossi (chi? tu? io?) un gay), o accenni a un mondo tra l'Edimburgo di Danny Boyle e la Liverpool di Ken Loach (Vai con lui, fai contenti i tuoi, vai con lui che una casa ed un lavoro non ce l'ho...).

Poi il violento rigurgito dal nome "Scimmie", e il ritorno a Sanremo, dove ci mostra delicatezza e sensibilità. Una svolta epocale, tanto che non ci meraviglieremmo se riuscisse addirittura a piazzarsi.

E - vogliamo sbilanciarci - stavolta ci intenerirebbe.


Raccontami di te
(M.Masini - B.Dati)

Raccontami di te, se hai ancora voglia di parlare un po' di verità stasera non può farmi male, aiutami così, almeno a non dimenticare la vita che così è, raccontami... raccontami di te, di come riesci a respirare questi giorni soffocati dalla solita allegria, vuoti a perdere suo prati che la gente butta via, questo tempo senza tempo che non ci accarezza mai, dentro a un labirinto di cemento, questa fabbrica di eroi!

Raccontami di te, da quando mi hai lasciato solo soffrendo più di me, spiccando il volo verso un'altra te: teneramente forte come sei, insegnami a non vergognarmi mai di innamorarmi dell'amore.

Raccontami di te, se sei riuscita a perdonare tuo padre che non c'è, non piangere, raccontami di te, di come riesci a sopportare questi eterni fallimenti di ogni splendida utopia, la processione dei rimpianti nel freddo dell'ipocrisia, questo vivere aspettando che qualcosa cambierà in questo indifferente girotondo oltre questa libertà!

Raccontami di te, adesso che ti sei sposata, di quanta vita c'è in quel bambino che assomiglia a te, perdutamente bella come sei, da questo sogno non svegliarti mai, lo sai quanto ti voglio bene!

La tua felicità è un treno in corsa verso il mare. Tu vivila per me. Amore mio, raccontami di te.

Ed. EBMG Ricordi/Mamadue/Uva Fragola - Milano - Roma - Firenze

Testo Pubblicato su Sorrisi e Canzoni TV


Marco Masini incontra una sua ex fidanzatina dopo che, passato un po'di tempo, lei si è rifatta una vita. Date le premesse e conoscendo i trascorsi del Masini, potremmo aspettarci che finisca a cazzotti o quantomeno a forti scurrilità, con violenze verbali degne del miglior Pacciani e argomentazioni imbarazzantemente sgradevoli. E invece no. E già il fatto che il Masini si comporti finalmente da ometto ci spinge a leggere il suo pezzo, e a ricevere in cambio interessanti sorprese.

Non che sia diventato un allegrone, intendiamoci: la vita di lei a prima vista gli sembra un respirare questi giorni soffocati o un sopportare questi eterni fallimenti di ogni splendida utopia, la processione dei rimpianti nel freddo dell'ipocrisia.

Il bicchiere è sempre mezzo vuoto quindi, ma ci sono delle novità deflagranti che meritano considerazione.
a) Masini si rende conto che lasciarlo fu - per lei - una scelta l'ha fatta soffrire più di lui. Per uno che le donne erano tutte zoccole è un bel progresso;
b) Masini si rende conto che lei è addirittura andata a stare meglio. Dice spiccando il volo verso un'altra te, e rispetto ai ti ricordi dei tempi di Bella stronza questa chiamasi maturità.
c) Masini le chiede di insegnargli a non vergognarsi di inamorarsi dell' amore. E' stato forse troppo cerebrale in passato? Ma una che avesse lasciato Masini in quanto "innamorata dell'amore" non sarebbe stata il più grande mignottone della storia solo un paio d'anni fa?
d) Dulcis in fundo, lei è sposata e ha un bambino. E Masini non commette nessuno dei due errori che noi ci aspettiamo: nè dice cose tipo sarò lo zio per i tuoi bambini io (Cfr. Claudio Baglioni, Eccomi Qui, 1979), nè da' del bucaiolo al nuovo partner.

Sorride, si interessa a lei, le dice che resta perdutamente bella e conclude con un' raccontami di te' , rendendosi conto di come lei sia addirittura felice altrove!!!

Roba che vince Sanremo, Masini, vedrete.




©2000 Festivaldisanremo.com - WondersNeverCease
wnc@festivaldisanremo.com




La Classifica

1
Jenny B.
Semplice sai
la scheda

2
Tiromancino
e Riccardo Sinigallia
Strade

3
Luna
Cronaca
la scheda

4
Andrea Mirò
La canzone del perdono

5
Davide De Marinis
Chiedi quello che vuoi
la scheda

6
Padre Alfonso Maria Parente
Che Giorno Sarà
la scheda

7
Lithium
Noel

8
Enrico Sognato
E io ci penso ancora

9
Marjorie Biondo
Le margherite

10
Erredieffe
Ognuno per sè

11
Claudio Fiori
Fai la tua vita

12
B.A.U.
Ogni ora

13
Fabrizio Moro
Un giorno senza fine

14
Joe Barbieri
Non ci piove

15
Alessio Bonomo
La croce

16
Laura Falcinelli
Uomo davvero

17
Moltheni
Nutriente

18
Andrea Mazzacavallo
Nord-est





Partecipazioni di Marco Masini al Festival di Sanremo

1990
Disperato
(Bigazzi - Masini)
piazzamento:
1Classificato
Sezione "Nuovi"

1991
Perchè lo fai?
(Bigazzi-Manzani-Masini)
piazzamento:
3° Classificato
Marco Masini
la Scheda

Nome all'Anagrafe:
Marco Masini
nato a Firenze
il18 settembre 1964

Il sito ufficiale MarcoMasini.it

I Successi
  1. Perchè lo fai? (1991)
  2. Le ragazze serie (1991)
  3. Disperato (1990)
  4. Bella Stronza (1995)
  5. T'Innamorerai (1993)
  6. Vai con lui (1990)
Discografia
  • Marco Masini (1990)
  • Malinconoia (1991)
  • T'Innamorerai (1993)
  • Il Cielo della Vergine (1995)
  • Scimmie (1998)
Fuori Target

Chi Siamo

Radio Città 103 Bologna

info@fuoritarget.com
Links

Il sito ufficiale del festival

La RAI

Il Comune di Sanremo

Disclaimer
Tutto il materiale di questo sito è di proprietà dei rispettivi autori.
Festivaldisanremo.com è un sito non ufficiale, non a scopo di lucro e non associato alla manifestazione nè alla RAI in alcun modo. Festivaldisanremo.com trasmette da un server che si trova in California, USA, ed è soggetto alle leggi dello stato di California, USA.