Home Page | La Legge di Murphy | Perchè un sito su Sanremo? | Il Regolamento | Scrivi a festivaldisanremo.com





A Cinismo si Culmina - prima serata
Mister Bitter per Festivaldisanremo.com - 4 marzo 2003

Anna Oxa: Dentatura sana, anche quest'anno….boccaccia di mamma! Il discorso introduttivo è condito di luoghi comuni, frasi sul viaggio interiore alla Richard Bach (remember "Il gabbiano Jonathan Livingston"). Pettinatura alla Ave Ninchi, abito bianco, assenza di trucco ovvero "new hospital look". La canzone? Da riascoltare.

Luca Barbarossa: dio come è invecchiato. Sembra Riccardo Del Turco (quello di "Luglio col bene che ti voglio…"). Emozionantissimo, canta proprio male. La canzone ricorda un po' troppo "Il bandito e il campione". Salutam'a Girardengo.

Eiffel 65: cantano "Quelli che non hanno età" che ricorda paurosamente "Noi ragazzi di oggi" di Luis Miguel (e scritta per lui dal fantastico Toto Cutugno). Il pezzo è molto accattivante e orecchiabile.

Dolcenera: testo giovanilistico "birra e musica". Canzone orecchiabilissima quanto inutile. Lei ha il look tipico di chi abita in periferia e viene a fare le "vasche" nel centro della metropoli, magari di domenica pomeriggio.

Alex Britti: quando la sera rientro a casa, indosso nu jeans e na maglietta. Britti coi miei abiti da riposo si fa Sanremo. Eccolo, è lui il mitico re del BRITTI-POP, che però osa a metà: un tormentone furbissimo. Il pezzo è molto carino e con un arrangiamento piacevole. Trama della canzone: lui e lei si vogliono bene, poi una sera lei non c'è e, quindi, non si può fare all'amore. E cosa fa Alex l'ariete? Si da al FAI DA TE. 7000 caffè, neri bollenti…..

Verdiana: she comes from Rossano Calabro, patria dei mitici Amarelli. Ha chiesto al preside di poter partecipare a Sanremo…e son cose.
E' l'ennesima "bimba pausina". "Dove il cielo è un po' più blu…" lei ci sarà. Ma mi faccia il piacere…

Sergio Cammariere: canzone perfetta come colonna sonora di un film francese degli anni '70. Bella musica, testo insulso, esecuzione tesa e preoccupata. Look alla Alan Sorrenti di "Tu sei l'unica donna per me".

Daniele Stefani: ad un certo punto canta "quando sei qui il resto è fumo". E son contenuti…
Lui è carino-bravino-ragazzino, con una canzone purtroppo inutile. Ma sul palco si muove da vero veterano. Da tenere controllato. Dovrebbe chiedere a Pasquale Panella di scrivergli qualcosa.

Peter Gabriel: vestito da guerriero jedi sembra proprio Obi-Uan di "Guerre stellari". Scenografia stupenda e canzone da ascoltare facendo giardinaggio. La forza sia con lui.

Iva Zanicchi: l'aquila di Ligonchio è più disinvolta nel parlare che nel canto. Lei, per andare a cantare a Sanremo, si è fatta fare un'acconciatura speciale dalla parrucchiera: meriterebbe 10 solo per questo. OK, il "PEZZO" è giusto, la Zanicchi in formissima. Podio?

Gianni Fiorellino: è lui il vero erede di Stefano Sani. Grandissimo! Grande successo per questo brano e per lui. Fiorellino, è uno di quei ragazzi che con un pennarello rosso indelebile scrive TI AMO sulle lattine di aranciata. Poi consegna la lattina a lei, l'amata, che sta partendo sulla transvesuviana.

Lisa. Monna Lisa, ma chi te veste? Il suo pare un canto indiano, lei si veste da squaw (o da figlia dei fiori). La canzone? Già dimenticata.

Filippo Merola: è uno che sa far molto bene il giovane. Ramazzotti e Masini le sue muse ispiratrici. Vince un bicchiere di Biancosarti a casa mia.

Andrea Mirò e Enrico Ruggeri. Lui è il Bruce Willis della canzone italiana, lei NON è Demi Moore. Comunque, dopo la separazione artistica e sentimentale del dinamico duo Albano-Romina, c'era proprio bisogno di una nuova vera coppia canora. Completamente padroni del palco, bravissimi entrambi. E resto sempre affascinato da come Ruggeri gestisca l'asta del microfono. La canzone è discreta, ma per favore basta con questi arrangiamenti da est europeo…

Manuela Zanier: bella ragazza. Qualcosa di Francesca Neri. La canzone….da riascoltare, in quanto ho molto guardato e poco ascoltato. Chiedo venia.

Fausto Leali: una musica bellissima, una grande interpretazione. Ma Leali è (purtroppo) un personaggio da lato destro della classifica. Come oramai il mio adorato Bologna…

Pippo Caruso: che tristezza vedere un tale genio prestarsi alle telepromozioni…. Il re della musichetta e dello "stacchetto" che se magna le pappardelle al cinghiale….

Patrizia Laquidara: la sua è quasi "musica leggera da camera". Cantante raffinata che pare la protagonista di "Sliding doors". La canzone ha qualcosa. Speriamo non si fermi al premio della critica…

Cristiano De Andrè: me lo ricordavo magro. E invece non bastano l'abito nero ed il pizzetto a sfilarlo un po'… E' agitatissimo. Racconta un aneddoto di nessun interesse, saluta De Gregori. La canzone ha un testo bello, ma…. Un ultima cosa: Cristiano De Andrè mi è sembrata una gran brava persona.

Zurawski: band che si presenta con un brano scritto addirittura con il grande Vince Tempera (autore della sigla di Remi e tastierista di Guccini). I Zurawski sono due fratelli che sembrano gemelli di Gabriel Batistuta (era meglio essere gemelli di Gabriel Pontello?). Cantano un rock sentimentale. Si impegnano molto. Ma mi sa di band "monoprodotto".

Sanremo 68 - il salvaschermo

Martedì 4 Marzo 2003
• Scontro generazionale
• La I serata in tempo reale
• A cinismo si culmina - di Mister Bitter

Mercoledì 5 Marzo 2003
• Alexia e Alex in fuga
• La II serata in tempo reale

Giovedì 6 Marzo 2003
• Bentornati nel XXI secolo
• La III serata in tempo reale

Venerdiì 7 Marzo 2003
• Fate piangere la bambina!

Sabato 8 Marzo 2003 • Dolcenera e i giovani d'oggi
• Alexia, vittoria canonica


Il sito ufficiale del Festival

Il sito della RAI. Compresi i testi delle canzoni, c'è tutto. Trovate tutte le informazioni e i documenti originali, le note dell'ufficio stampa, la storia e la programmazione della TV di stato.
Il sito di Sorrisi e Canzoni TV

Istituzione a suo modo di pari livello, TV Sorrisi e Canzoni offre la solita panoramica sul festival. Ci sono i testi delle canzoni, ma non si possono copiare e incollare. Per il resto, un approccio da rotocalco completo e informato, con qualche approssimazione sui tempi che furono.
SanremoStory

Una signora dell'entroterra Veneziano, Maria Luisa Farsora, ha creato il capostipite di tutti i siti indipendenti sul festival di sanremo. Ora il sito si è trasformato in un portale turistico rimettendoci in quanto a semplicità, ma resta sempre un archivio completo e documentato, per ora il massimo che ci sia in rete.

Fuori Target | Radio Città 103 Bologna | Radio Fujiko Bologna | Inizio Pagina  


Tutto il materiale di questo sito è di proprietà dei rispettivi autori. Il materiale iconografico è presente al solo scopo documentale previa citazione della fonte. Festivaldisanremo.com è un sito INDIPENDENTE, non ufficiale, non a scopo di lucro e non associato alla manifestazione nè alla RAI in alcun modo. Festivaldisanremo.com trasmette da un server che si trova a Columbus, Ohio, USA, ed è soggetto alle leggi dello Stato dell'Ohio, USA. © 2003 Festivaldisanremo.com WondersNeverCease